Celiachia, l’introduzione precoce del glutine potrebbe prevenirla

celiachia bambini

Da un’analisi secondaria dei dati sulla prevenzione dell’allergia alimentare infantile, emerge che l’introduzione precoce di glutine ad alte dosi si associa a una minore prevalenza di celiachia a 3 anni di età.

Per dirla in numeri, nessun bambino del braccio glutine ha sviluppato celiachia entro i 3 anni di età a fronte dell’1,4% dei bambini allattati al seno almeno per i primi 6 mesi.

Studi precedenti suggerivano un legame scarso o assente tra tempi di introduzione e prevalenza di malattia, ma risultati più recenti indicano che potrebbe essere prematuro scartare l’effetto dell’età di introduzione del glutine sullo sviluppo della celiachia.

Lo studio Eat è stato condotto in seguito allo storico studio Leap, da cui emerse che l’introduzione precoce di arachidi riduceva in modo significativo l’allergia alle arachidi a 5 anni di età. Eat, invece, prevedeva l’introduzione precoce di sei alimenti (arachidi, sesamo, uova, latte di mucca, merluzzo e grano) in 1.303 bambini della popolazione generale residente nel Regno Unito, randomizzati all’introduzione dai 4 mesi di età (introduzione precoce) o all’allattamento esclusivo al seno almeno fino ai 6 mesi di età (introduzione standard).

L’analisi dei dati non aveva evidenziato benefici significativi dall’introduzione precoce degli alimenti. C’è da precisare che l’analisi post hoc appena pubblicata ha incluso i dati di 1.004 partecipanti allo studio e aveva lo scopo di esplorare ulteriormente il possibile ruolo del dosaggio e dei tempi di introduzione del grano nello sviluppo della celiachia.

Lo studio Eat differisce rispetto ai precedenti perché il glutine è stato introdotto dall’età di 4 mesi e in quantità maggiori. È quindi possibile che siano necessarie sia un’introduzione precoce che una elevata quantità di glutine per ridurre la prevalenza della celiachia nell’infanzia.

Alla luce di questi risultati servono nuovi studi clinici randomizzati per affrontare la questione se l’introduzione precoce di glutine ad alte dosi sia una strategia efficace per la prevenzione della celiachia.


Iscriviti alla newsletter