Depressione: un aiuto può venire dall’attività fisica

Secondo uno studio della Mental Health Foundation inglese i medici che oggi prescrivono ai propri pazienti di fare sport per superare forme lievi o moderate di depressione sono il 35% contro il 5% rivelato da uno studio analogo condotto solo tre anni prima. A convincerli, soprattutto una revisione sistematica di 39 studi del Centre for Clinical Brain Sciences dell’Università di Edimburgo pubblicata sulla Cochrane Library, che ha analizzato l’effetto di una regolare attività fisica su oltre 2.300 volontari affetti da questa patologia.

A conclusioni del tutto simili moltissimi studi svolti in altre parti del mondo. Particolarmente significativo quello svedese dell’Università di Goteborg, che ha monitorato per un periodo di due anni e mezzo ben 17.500 anziani provenienti da 11 paesi europei, e quello americano della Southern Methodist University di Dallas e della Boston University, che ha dimostrato come l’esercizio possa colmare il divario per coloro che non possono ricevere terapie tradizionali a causa dei costi, o che non vogliono aggiungere un secondo antidepressivo, quando la propria condizione non è stata curata da un singolo farmaco (la metà dei pazienti).

Perché l’esercizio fisico combatte la depressione?

Lo fa in svariati modi. Promuovendo innanzitutto il rilascio di due importanti tipi di neuromediatori: l’acetilcolina e le endorfine. Queste ultime sono le molecole che producono le sensazioni di analgesia e benessere, proprietà che hanno portato a definirle gli ormoni della felicità; agendo su sostanze del sistema immunitario che possono peggiorare i sintomi depressivi; contrastando gli effetti fisiologici dannosi prodotti dallo stress che, se accumulato e protratto nel tempo, stimola la produzione di cortisolo; prolungando la vita dei neuroni, stimolando l’emissione di fattori neurotrofici; aumentando la temperatura corporea, con effetti calmanti sull’individuo. Ma le conseguenze benefiche sono anche emotive e psicologiche. Spesso quando si è depressi si ha la sensazione di non potersi prendere cura né di se stessi, né degli altri. Ebbene, lo sport aiuta a riacquistare fiducia e autostima nel momento in cui riesce a fare raggiungere un obiettivo anche minimo. Aiuta a distrarsi e a liberare la mente da preoccupazioni e pensieri negativi; la depressione tende a isolare, mentre lo sport favorisce la socializzazione e stimola il contatto positivo con la natura, il verde, la luce.