Il succo di mirtillo può essere utilizzato per prevenire infezioni da Escherichia coli e P. aeruginosa.

Il succo di mirtillo è stato a lungo utilizzato per prevenire infezioni del tratto urinario e infatti recenti studi hanno scoperto che le proantocianidine di tipo A dei mirtilli hanno proprietà anti-biofilm nei confronti di Escherichia coli e di P. aeruginosa.

P. aeruginosa è un patogeno umano opportunistico Gram negativo associato a colonizzazione e infezione di organi vitali come polmoni, tratto urinario e reni.

La colonizzazione di P. aeruginosa nel polmone è la principale causa di malattia e morte. P. aeruginosa è associato a molte infezioni acquisite in ospedale a causa della colonizzazione delle attrezzature mediche. L’infezione è solitamente associata a sepsi e infiammazione generale. Questo batterio è anche implicato nelle infezioni miste del biofilm delle vittime di ustioni, ferite croniche e ulcere da pressione diabetiche.

La formazione di biofilm è un importante fattore di virulenza in P. aeruginosa, e sono molto necessari trattamenti che affrontano questo elemento della sua patogenicità.

I biofilm sono colonie di batteri che, all’interno di un biofilm, sono più resistenti agli antibiotici, alla disidratazione e al sistema immunitario, rendendolo un importante fattore di virulenza per molti microbi.

Nella formazione del biofilm, i batteri si attaccano in modo reversibile a una superficie e quindi iniziano a produrre polisaccaridi extracellulari. Man mano che il numero di batteri cresce, il quorum sensing consente un cambiamento fenotipico nei batteri. Il biofilm matura e cresce. Alla fine, le proteine suddividono parti della matrice in questo modo i batteri all’interno del biofilm possono disperdersi.

Il principale composto attivo nei mirtilli rossi è il proantocianidine di tipo A tannico condensato (PAC). I PAC hanno dimostrato di prevenire l’adesione e ridurre la produzione di biofilm da parte di una varietà di agenti patogeni grazie alle loro proprietà chelanti del ferro, indicando che il PAC può interrompere la normale funzione batterica limitando la fornitura di ferro alterando la motilità mediata dal flagello.

Precedenti studi su batteri Gram-positivi e Gram-negativi avevano già mostrato una significativa diminuzione della produzione di biofilm quando esposti a succo di mirtillo rosso, estratti di mirtillo rosso e PAC mirtillo.

Pertanto, i PAC di mirtilli rossi possono agire come coadiuvanti dell’antibiotico e il succo di mirtillo, che è stato a lungo usato come profilassi per l’infezione batterica del tratto urinario e l’uso di PAC, dovrebbe essere ulteriormente studiato per potenziare l’azione degli antibiotici e ridurre la colonizzazione batterica e lo sviluppo di biofilm durante altre infezioni causate da P. aeruginosa.

 

Bibliografia

Ulrey R.K., et al., “Cranberry proanthocyanidins have anti-biofilm properties against Pseudomonas Aeruginosa”, BMC Complementary and Alternative Medicine, 2014.