Perché vengono i capelli bianchi?

Il colore dei capelli dipende dalla presenza di melanina, il pigmento prodotto dalle cellule chiamate melanociti.

Queste cellule, presenti anche nella pelle, producono due tipi principali di melanine: la feomelanina, giallo-rossa, e la eumelanina, bruno scura. A seconda di quanta eumelanina e feomelanina produciamo, il nostro colore di capelli può variare dal biondo/rossiccio al nero/castano.

Capelli bianchi e melanina

Con gli anni diminuisce il numero dei melanociti e soprattutto la produzione di melanina, portando i capelli a diventare bianchi. In genere si inizia intorno ai 30 anni, e in media la metà dei capelli è bianca a 50 anni. 

L’incanutimento precoce può avvenire per cause genetiche, ma anche per effetto di infiammazione, eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti, stress, fumo, e per l’eccessivo utilizzo di alcuni prodotti chimici.

Quindinon sempre i capelli bianchi sono una naturale conseguenza dell’età: preoccupazioni e alterazioni del sistema immunitario possono farli aumentare.

Una ricerca del National Institute of Health, pubblicata su Plos Biology, ha svelato perché gli eventi stressanti possano essere collegati alla loro comparsa precoce, anche a causa di una proteina malfunzionante.

Lo studio ha messo in luce un collegamento finora sconosciuto tra il funzionamento del sistema immunitario e la comparsa dei capelli bianchi. Come? Studiando il rapporto tra melanociti e cellule staminali.

I melanociti, infatti, sono le cellule responsabili della pigmentazione dei capelli: per funzionare correttamente vengono sostituiti periodicamentegrazie a una riserva di cellule staminali situate all’interno dei follicoli piliferi.

Con l’età, le staminali possono malfunzionare e, senza melanociti, far spuntare capelli privi di pigmento; ma ciò può accadere anche a causa di un’anomalia genetica, che provoca l’invecchiamento precoce dei melanociti.